Giochi del Pacifico 2011, il resoconto sulla competizione internazionale più stravagante in assoluto

Dal 27 agosto al 9 settembre si è giocato il torneo calcistico più sentito dalle isole oceaniche, che eccezion fatta per le qualificazioni mondiali, il calcio internazionale lo vedono davvero col binocolo: stiamo parlando dei Giochi del Pacifico, disputati in Nuova Caledonia, che per la seconda volta consecutiva, si è confermata vincitrice del torneo.
Rispetto all’edizione del 2007, ci sono state tre new entry: il Guam, unica squadra partecipante che non apparteneva alla confederazione oceanica, il Kiribati, che non giocava una partita di calcio addirittura dal 2003, e la Papua Nuova Guinea, squadra zeppa di calciatori che militano nelle serie minori australiane.
Assenti invece le Samoa e Tonga, che hanno (stranamente) deciso di mandare alla competizione solo la squadra femminile.
Sebbene le squadre siano composte più da impiegati, pescatori o quant’altro, una cosa che cade all’occhio della competizione è il livello degli allenatori, che è notevolmente migliorato rispetto alle scorse edizioni, con uomini con diversa esperienze in Europa o Asia, come il ct delle Tuvalu, Foppe de Haan, che ha allenato per 15 anni consecutivi l’Heerenveen, quello del Guam, Kazuo Uchida, ex allenatore tra le altre del Ventforet Kofu (squadra della massima divisione giapponese), o Frank Farina, ex allenatore della nazionale australiana fino al 2005 e ora alla guida della Papua Nuova Guinea, e altri ancora.
Tornando ai calciatori, è affascinante scoprire alcune curiosità piuttosto intriganti e simpatiche, ma del tutto comuni per paesi del genere, calcisticamente parlando. Per fare un paio di esempi, uno dei giocatori più rappresentativi delle Tuvalu, Okilani Tinilau, ha corso per il proprio paese alle olimpiadi di Pechino 2008 come centrometrista, mentre il portiere delle Samoa Americane, Nicky Salapu, ha scelto di ricoprire i pali della propria nazionale, perchè non c’era nessun altro che voleva farlo, sebbene sia molto più bravo a giocare a ping pong, molti dei calciatori del Kiribati non hanno nemmeno una squadra di calcio in cui giocare regolarmente: i Giochi del Pacifico sono meravigliosi anche per questo.
Come detto in precedenza, la vittoria è andata alla Nuova Caledonia, che dopo aver superato il girone (tutt’altro che impossibile) con Isole Salomone, Vanuatu, Tuvalu, Guam e Samoa Americane, ha superato in semifinale, in una partita davvero avvincente Tahiti, col risultato di 3-1 ai supplementari, dopo aver ottenuto il pareggio solo al 90′ nei minuti regolamentari. Eroe della giornata Georges Gope Fenepej, attaccante 23enne autore di una doppietta e in totale di 7 reti in 5 partite nella manifestazione.
In finale invece, gli uomini di Christophe Coursimault hanno sconfitto le Isole Salomone (con cui avevano perso 2-1 nel girone) per 2-0, con reti ancora di Gope-Fenepej e Bako, di fronte ad oltre 10,000 spettatori nello stadio nazionale, il Numa-Daly di Magenta.
Delusione del torneo la Papua Nuova Guinea, che nonostante fosse infarcita di professionisti (cosa piuttosto rara per squadre così) non è nemmeno riuscita a superare la fase a gironi.
Tra le tante cenerentole, la peggiore del torneo è stata certamente il malcapitato Kiribati, capace di perdere due gare per 17-1, contro Papua Nuova Guinea e Tahiti. Ma del resto, sono risultati abbastanza comuni in queste parti del mondo (vedi il 31-0 dell’Australia contro le Samoa Americane nel 2001, risultato record a livello di gare ufficiali).
Ultima nota, un talento che si è messo in luce mostrando notevoli spunti per la sua età è stato l’attaccante del Vanuatu, Jean Kaltak, ragazzo del 1994 e autore di 9 reti in 5 incontri, già rivelatosi interessante ai campionati oceanici u20 di qualche mese fa in Nuova Zelanda.
E’ già stato acquistato dall’Hekari United (formazione che l’anno scorso ha disputato il Mondiale per Club), ma certamente ha il potenziale per mettersi in evidenza a livelli molto superiori.

Giochi del Pacifico 2011

Gruppo A:

Tuvalu – Samoa Americane 4-0
Isole Salmone – Guam 7-0
Nuova Caledonia – Vanuatu 5-0

Vanuatu – Tuvalu 5-1
Samoa Americane – Isole Salomone 0-4
Guam – Nuova Caledonia 0-9

Samoa Americane – Guam 0-2
Tuvalu – Nuova Caledonia 0-8
Vanuatu – Isole Salomone 1-0

Guam – Vanuatu 1-4
Isole Salomone – Tuvalu 6-1
Nuova Caledonia – Samoa Americane 8-0

Guam – Tuvalu 1-1
Samoa Americane – Vanuatu 0-8
Isole Salomone – Nuova Caledonia 2-1

Classifica:

Nuova Caledonia 12
Isole Salomone 12
Vanuatu 12
Tuvalu 4
Guam 4
Samoa Americane 0

Gruppo B:

Papua Nuova Guinea – Isole Cook 4-0
Fiji – Tahiti 3-0

Fiji – Kiribati 9-0
Tahiti – Isole Cook 7-0

Isole Cook – Kiribati 3-0
Tahiti – Papua Nuova Guinea 1-1

Kiribati – Papua Nuova Guinea 1-17
Isole Cook – Fiji 1-4

Kiribati – Tahiti 1-17
Papua Nuova Guinea – Fiji 0-2

Classifica:

Fiji 12
Tahiti 7
Papua Nuova Guinea 7
Isole Cook 3
Kiribati 0

Semifinali:

Nuova Caledonia – Tahiti 3-1 d.t.s.
Fiji – Isole Salomone 1-2 d.t.s.

Finale 3-4o posto:

Tahiti – Fiji 2-1

Finale 1-2o posto:

Nuova Caledonia – Isole Salomone 2-0

Pubblicato il settembre 20, 2011, in National Teams, Oceania con tag , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: